LA FORZA, IL CORAGGIO E LA FIAMMA CHE ARDE E RISPLENDE

Da giorni percepisco quest’aria particolarmente densa, dal cielo si manifesta un liquido spesso, luminoso e scintillante, goccia dopo goccia si riversa su ognuno di noi avvolgendoci come una muta e penetrando profondamente.

Siamo contenitori pieni che ora stanno rinnovando l’essenza mentre dai piedi fuoriesce sostanza vischiosa di vari colori con a tratti grumi che sembrano pietre. Questi grumi nel venire via creano dolore e liberazione al contempo.

Vedo che in ognuno da sopra la sostanza penetra, dai piedi altro liquido fuoriesce e viene assorbito dal suolo mentre i grumi restano fino a che non si osservano con attenzione, ognuno rappresenta un dolore, un ricordo, una paura, una frustrazione, un senso di oppressione, rabbia, delusione.

Alcuni hanno i volti di chi ci ha lasciato, ferito, deluso, altri di chi ci ha amato e poi abbandonato. Uno ad uno si raccolgono scatenando una reazione diversa. Pianto, rabbia, dolore forte, emozioni contrastanti si alternano tra ombre e luce, tra gioie e dolori indicibili. Questi vengono raccolti e stretti a se, sento grida strazianti prima di essere gettati a terra. 

Grida liberatorie che svuotano le viscere di ogni fardello ormai inutile per il proprio cammino.

I grumi al suolo si tramutano poi in diamanti che si amalgamano alla terra e da ognuno di questi una rosa bianca nasce. Nella sua infinita bellezza si scorgono le spine e si comprende che nella sua magnificenza anche loro hanno motivo di essere, si comprende l’infinita delicatezza e meraviglia della vita, tutta.

Dalle spine gocce di luce escono avvolgendo il suolo che concima la terra prima arida mutandola in un grande prato verde pronto a donare frutti nuovi, dolci, succosi, rigeneranti.

Il liquido spesso e scintillante continua ad avvolgerci e penetrare nell’essere donandoci nuova linfa, energia, colore, forza.

La rivelazione giunge al compimento, dalle viscere dell’essere un nuovo equilibrio si manifesta, si rinasce a nuova vita.

Totale rinnovamento e ricalibrazione.

Il nuovo essere sta nascendo nel nuovo mondo.

Il dolore della nascita porta la manifestazione della nuova vita.

 

Ecco quanto ci sta accadendo, tutto volge al meglio per noi, tutto è perfetto. Stiamo attraversando l’ultimo tratto difficile per poi finalmente spiccare il volo e realizzare il nostro cammino.

Siamo progettati per farcela, risorgendo a noi stessi per creare la bellezza, l’armonia, l’equilibrio delle parti.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...