Le energie ascensionali sono ancora qui


davidkmillerDavid K. Miller è fondatore e direttore da oltre 15 anni del gruppo di meditazione globale “Group of Forty“, focalizzato sulla guarigione planetaria ed ispirato dagli Arturiani, di cui egli è canalizzatore. Ci sono ad oggi più di 30 gruppi dislocati nel mondo, per un totale di oltre 1.200 partecipanti, in larga maggioranza lightworkers e starseed. I membri lavorano con la tecnica meditativa della “biorelatività“, che impiega la coscienza di gruppo per ripristinare l’equilibrio e l’armonia dell’atmosfera, delle correnti oceaniche e dei fenomeni climatici in talune aree geografiche bisognose.

A supporto delle meditazioni geodedicate, Miller canalizza una volta al mese gli Arturiani e diffonde il messaggio a tutti i gruppi di lavoro. Vi proponiamo a seguito il messaggio rilasciato a gennaio dai due arturiani Juliano e Helio-ah. Pur essendo il testo prettamente tecnico e destinato a starseed e lighworkers impegnati nella guarigione energetica del pianeta, riteniamo che anche un pubblico più vasto potrà trarne beneficio, poichè fornisce una chiave di lettura unica, logica e originale a quanto è accaduto (e pure NON accaduto…) il 21 dicembre 2012.

energie-ascensionali-feat

Juliano

Saluti, io sono Juliano. Noi siamo gli Arturiani. Siete riusciti a sopravvivere alla transizione del 21 dicembre 2012 che, in accordo con il calendario Maya, ha apportato una grande quantità di energie. So che il pensiero e l’influenza dei Maya hanno attraversato la storia fino ad oggi: il loro calendario e sistema di credenze hanno insistito sul 21 dicembre come uno dei punti di transizione più  importanti nella storia della società umana del 21° secolo.

Considerate le innumerevoli diverse interpretazioni date da filosofi e studiosi, molti si aspettavano che giganteschi e drammatici sconvolgimenti globali avrebbero generato uno squilibrio ambientale e cambiato per sempre il funzionamento geofisico del pianeta. Questa previsione non si è verificata.

Un’altra interpretazione, più in linea con il nostro modello di pensiero galattico, è che il 21 dicembre 2012 abbia segnato un periodo di allineamento con una speciale energia. Quest’energia – una forza creativa limpida ed eterea di quinta dimensione – ha subìto il suo più intenso “download” dalla Terra in allineamento proprio nel periodo di tempo corrispondente al 21 dicembre 2012.

Questo fenomeno noi lo definiamo “eclisse”. Durante un’eclisse – che avviene ad esempio quando Sole e Luna si allineano alla Terra – l’energia è parzialmente bloccata ma, allo stesso tempo, intensificata. Gli allineamenti sono naturali fenomeni astrologici che si rivelano utili nell’interpretare le energie disponibili in arrivo su un pianeta.

Il 21 dicembre ha portato come principale risultato la conquista di una coscienza galattica. Infatti, attraverso la rivisitazione degli insegnamenti Maya e le discussioni sull’allineamento con il Sole Centrale, una consapevolezza e un’energia di natura galattica sono state impiantate nella coscienza dell’umanità. Le energie della noosfera si sono innalzate ed hanno coinvolto fortemente gli starseed e tutti colori che hanno lavorato per creare una consapevolezza più espansa delle relazioni fra la Terra e la galassia.

Il rapporto fra la Terra e la galassia è uno dei fattori chiave per lo sviluppo della noosfera; è altresì importante per lo sviluppo del campo di energia transiente che avvicinerà questo pianeta al suo vero obiettivo, che è quello di entrare nella quinta dimensione. So che c’è stata una grande quantità di debunking critico nei confronti del calendario Maya: si è detto che i Maya fossero in errore e che le energie dell’allineamento non fossero sufficienti a generare catastrofi o la Fine dei Tempi.

Inoltre, va anche detto chiaramente che molti starseed hanno interpretato questi tempi di potente transizione come il periodo più propizio per il verificarsi dell’Ascensione. Alcuni semi stellari, che si erano preparati per ascendere in tale data, sono rimasti delusi per essere rimasti sulla Terra in 3D e perchè l’intersezione delle dimensioni non si è verificata secondo le aspettative: qualcuno, ha addirittura attraversato periodi di avvilimento e depressione.

Riguardo all’Ascensione, dobbiamo assumere una prospettiva più ampia. Sono costretto a rimarcare che NON ESISTE alcuna previsione sui tempi esatti dell’Ascensione. Anche se il periodo del 21 dicembre è apparso di sicuro essere l’interfaccia più logica per le energie dimensionali, la data e l’ora esatta dell’Ascensione non sono state rivelate al mondo tridimensionale. Tuttavia, il fatto che l’Ascensione non si sia verificata il 21 dicembre non indebolisce in alcun modo la presenza dell’energia ascensionale. La ragione dell’equivoco è che le aspettative per l’Ascensione si sono basate molto sui desideri degli starseed! Certo, tenendo conto della bassa densità, della polarità e delle difficoltà che esistono oggi nella terza dimensione, sono d’accordo che sarebbe stato di grande beneficio per il vostro lavoro di starseed ascendere il più presto possibile. Sì, sono d’accordo che sarebbe stato estremamente utile per voi ascendere il 21 dicembre 2012: ma questo non faceva parte del Piano Divino, non faceva parte del modo in cui è stato pianificato il dispiegarsi di questo dramma cosmico.

Ricordatevi che erano state previste grandi catastrofi e la fine del tempo lineare, come lo conosciamo. Queste previsioni non si sono avverate, perchè c’è un’energia di grazia incredibilmente intensa che continua a fluire su questo pianeta.

L’incidente all’impianto nucleare di Fukushima ha ancora il potenziale di creare gravi perturbazioni negli oceani e di interrompere la catena alimentare sottomarina. Tuttavia, la più drammatica delle previsioni non si è ancora manifestata. Grazie alle meditazioni di biorelatività energetica, è stato concesso un temporaneo periodo di grazia a questo luogo incidentato. Purtroppo, le fattive operazioni di ripristino e bonifica della zona sono stazionarie. Il danno arrecato dall’incidente al resto del pianeta non è così irrecuperabile come potrebbe essere: ciò non significa comunque che il Giappone oggi sia fuori pericolo, nè che non ci siano altri pericoli in grado di portare caos sul pianeta.

Sto dicendo semplicemente che c’è molto bisogno di voi starseed su questo pianeta. Se voi foste ascesi, se il 21 dicembre fosse stato rimosso dalla Terra un gran numero di guaritori planetari, non ci sarebbe rimasto nessuno a sostituirvi. Non ci sarebbe nessuno con le vostre abilità, la vostra conoscenza e la vostra comprensione per sostituire il lavoro potente che state facendo e il lavoro potente che si farà nel prossimo futuro.

Osservando attentamente il dispiegarsi del Piano Divino, si può dire che una parte del dramma cosmico includa l’applicazione e l’implementazione di certe energie planetarie di guarigione ad opera di taluni semi stellari. Verrà realizzata una nuova interfaccia tra la Terra e la quinta dimensione: questa informazione proviene da un’esatta definizione e da un’esatta lettura del dramma cosmico nel registro Akashico. Le voci del registro Akashico affermano chiaramente che, durante questo periodo di tempo, ci sarà un gruppo potente in grado di realizzare un’interfaccia che consenta di stabilizzare il pianeta.

Ci tengo a chiarire che la Terra è ancora in uno stato instabile e in una grave crisi. Voglio mettere in chiaro anche che le energie espresse nell’evento del 21 dicembre, inclusi cambiamenti globali ed eventi catastrofici, rimangono ancora una non trascurabile possibilità. In realtà, molti di questi potenziali eventi, come terremoti, sconvolgimenti, tsunami, incendi, guerre nucleari, collasso della biosfera oceanica e molti altri similari, sono ancora possibili e addirittura probabili.

Occorre riconsiderare la transizione dalla prospettiva di un periodo di tempo più diluito. In questa conferenza, parlerò del tempo, della 3D e della 5D. Penso sia di fondamentale importanza che voi abbiate una corretta comprensione del tempo. Il 21 dicembre è passato senza che si siano verificati eventi di rilievo, ma ciò non implica che i grandi eventi siano stati scongiurati definitivamente, non è detto che non si verifichino d’ora in poi: significa solo che non si sono verificati prima. Eppure, siamo ancora nel pieno di un rilevante punto di transizione  legato alla data del 21 dicembre. Se aveste la prospettiva di spazio-tempo che abbiamo noi, vedreste che il periodo post 21 dicembre non è che un secondo sul cronometro cosmico che sta regolando il dispiegarsi degli eventi drammatici. Questi eventi sono oggi incombenti sul pianeta, che si trova ancora sull’orlo di un precipizio.

Mi diverte ascoltare il dibattito economico del Nord America, perché discutono questo strano concetto di “fiscal cliff” (scogliera fiscale, n.d.t.). Voi in realtà, siete alle prese con il più grave “biological cliff”, che ha portata planetaria: il vostro ecosistema è in equilibrio precario e potrebbe essere soggetto a gravi sconvolgimenti. Non rimanete fissati solo su quella famosa data, ma riconsideratela più ampiamente, poichè tutte le idee e gli eventi “downloadati” e focalizzati in corrispondenza del 21 dicembre fanno ancora parte della catena cosmica di eventi possibili: ci sono grandi cambiamenti planetari ancora pendenti che potrebbero aver luogo a breve giro di tempo.

Se tornassimo indietro nel tempo a quattro o cinque anni fa, potremmo ben dire che questi eventi e cambiamenti terrestri siano accaduti “intorno” al mese di dicembre del 2012. Non daremmo peso più di tanto ad uno scarto di due o quattro settimane in più o in meno. Non voglio darvi l’idea che questi grandi eventi possano accadere nel giro di un giorno. Anche la nostra capacità di prevedere e profetizzare gli eventi terrestri e le loro concatenazioni ha una portata limitata. Dal nostro punto di vista galattico, abbiamo la capacità di andare avanti nel tempo e di guardare a ciò che sta accadendo sulla Terra. Le nostre previsioni su ciò che è più probabile accada si basano sui pensieri e sulle intenzioni generate dalle persone in un dato momento.

L’enorme rilievo che le persone hanno dato al 21/12 ha avuto un effetto considerevole su tale data. Il fatto che ci stiamo soffermando ad osservare taluni eventi terrestri come il collasso degli oceani, delle foreste e le guerre incessanti, significa che in questo momento l’atto del nostro “osservare” influenza il corso degli eventi. Questo è uno dei principi base della fisica quantistica: l’osservazione delle particelle sub-atomiche influenza lo spostamento delle particelle e la loro reciproca interazione.

Una delle più grandi lezioni che questo pianeta deve imparare è il modo in cui la biorelatività può influenzare l’esito degli eventi sulla Terra. Questo concetto dovrebbe anche essere discusso su base filosofica. In altre parole, l’osservazione delle particelle e nella loro interazione planetaria influenza il modo in cui le particelle e il pianeta interagiscono con l’umanità. Questo significa che il vostro lavoro col pensiero e con le particelle di energia della quinta dimensione non fa altro che influenzare ed avvicinare il campo energetico 5D alla Terra.

Da questo punto di vista, la connessione energetica del 21 dicembre 2012 ha avuto un enorme successo. Vale a dire che avete dimostrato più volte di essere in grado di proiettare le vostre energie mentali nella quinta dimensione. Non solo siete in grado di osservare la terza dimensione, ma avete anche il dono di osservarne l’interazione con la quinta.

Vi assicuriamo che il campo dimensionale 5D è stato caricato dentro al campo 3D e sta funzionando ora al suo interno. So che voi desiderate massimizzare l’efficienza dell’interfaccia del campo energetico 5D in modo da ottimizzare il download delle energie sottili entro la 3D. E desiderate più di ogni altra cosa che le dimensioni si intersechino in maniera definitiva.

Per spiegare questo in maniera più approfondita, vorrei che sia Helio-ah a parlarvi oggi del fattore tempo, di energia olografica e delle intersezioni fra la 5D e la 3D. Quindi ora gli passo la parola. Io sono Juliano.

earth-healing

Helio-ah

Saluti ai miei compagni starseed, ai lavoratori e ai viaggiatori galattici. Io sono Helio-ah. Vi dò il benvenuto in questo tempo che, nei riferimenti terrestri, è collocato all’inizio del nuovo anno. Io dico che siete entrati in un Nuovo Tempo e siete consapevoli di trovarvi di fronte ad un momento di enorme transizione, nonostante le vibrazioni della 3D su questo pianeta siano così dense. Molte persone non hanno percepito nessun effetto planetario, nessun cambiamento energetico rilevante durante il 21 dicembre 2012. È incredibile. Eppure molti altri hanno manifestato una forte elevazione spirituale e hanno sperimentato la parziale intersezione energetica con la 5° dimensione. Vale a dire che c’è stato effettivamente un rialzo di luce: i flussi di luce ci sono stati realmente, così come i sintomi e le prove di un’intersezione dimensionale.

È vero che l’intersezione totale delle dimensioni non si è verificata, così come è pure vero che l’Ascensione non ha avuto luogo; tuttavia, enormi flussi di alte frequenze di luce hanno raggiunto questo pianeta. Queste frequenze sono ancora qui e formano la base per la futura intersezione della terza dimensione con la quinta.

Potreste aver pensato che l’intersezione tra 5D e 3D avrebbe coinvolto l’intero pianeta. Potreste aver pensato che l’intero campo dimensionale terrestre si sarebbe miracolosamente ed improvvisamente intersecato con il campo di energia della 5D e che questo avrebbe innescato dinamicamente un enorme cambiamento.

Uno shift energetico di quella portata avrebbe condotto a caos e drammatici sconvolgimenti. Questo pianeta non è ancora abbastanza ricettivo per assorbire un simile input di luce. Nelle discussioni, mi piace fare riferimento allo storico dramma cosmico delle Pleiadi. Successe che un viaggiatore spaziale pleiadiano rientrò erroneamente nella terza dimensione troppo in prossimità del pianeta di destinazione, trascurando il campo di energia cosmica delle Pleiadi 3D. L’errato rientro creò un tale potente squilibrio che gettò quel pianeta pleiadiano in uno stato di crisi dimensionale e i suoi abitanti in una difficile situazione.

Non è la cosa migliore per un pianeta stare per metà in 5° dimensione e per l’altra metà in 3°. Sarebbe come camminare in uno stagno con un piede nell’ acqua e l’altro sulla terraferma. Il piede nello stagno si troverebbe a scivolare come su una buccia di banana; la stessa cosa succederebbe al piede sulla terraferma: ne risulterebbe per voi solo una forte sensazione di instabilità. Non avreste le radici salde in nessuna delle due dimensioni.

Questo è esattamente ciò che successe al pianeta nelle Pleiadi, che conseguentemente andò in crisi. La crisi fu creata accidentalmente da un viaggiatore spaziale che aveva mal giudicato le coordinate di rientro. Ricordate, quando si viaggia nell’iperspazio e si torna nella 3D, è necessario rispettare alcune regole, che includono la giusta distanza da osservare. Dovete capire che quando rientrate nella 3D dall’iperspazio 5D, portate con voi una potente energia capace di spazzare via completamente un pianeta tridimensionale.

Potreste aver sentito parlare di anti-materia, e di come una piccola quantità di anti-materia sia capace di causare un’estesa esplosione di grande magnitudo. Entrando dalla 5D alla 3D in modo non corretto potrebbe venirsi a creare una grande implosione capace di distruggere un intero pianeta e il suo campo energetico. Quali misure sono state prese quando accadde questo fatto alle Pleiadi? I Maestri Galattici, il Consiglio Galattico e i Maestri Ascesi si riunirono e valutarono che quel pianeta pleiadiano fosse in grado di assorbire la luce della quinta dimensione. Il download della luce di 5D non avrebbe creato distruzione perchè il pianeta nel suo complesso, a causa della sua evoluzione spirituale superiore, fu ritenuto capace di integrarla. La decisione presa dai maestri fu finalizzata a consentire ed assistere il passaggio dimensionale delle Pleiadi alla 5D. E così è stato.

Ci fu un enorme afflusso di luce 5D nelle Pleiadi che creò alcuni sconvolgimenti sul pianeta. Per quanto forte, la transizione non fu distruttiva: le persone erano state preparate e si dimostrarono in grado di assorbire e mantenere a sufficienza il nuovo campo d’energia, che fece da fondamenta per il mantenimento dei nuovi pattern dinamici di luce ed energia olografica.

Vi ho raccontato questa storia perchè la voglio confrontare con una possibile intersezione dimensionale qui sulla Terra. Persino una breve intersezione delle dimensioni è in grado di scatenare una potente forza dinamica, capace di shiftare tutto su questo pianeta: non ci sarebbe nulla di che non ne risentirebbe.

Allora la domanda diventa: “È possibile che la Terra sia pronta a trattenere un simile livello di luce di quinta dimensione? Oppure quest’enorme afflusso di energia pentadimensionale sarebbe distruttivo, creerebbe sconvolgimenti e danneggerebbe molte persone? La risposta è che il pianeta Terra non è ancora in grado di mantenere il flusso luminoso dell’intersezione dimensionale.

So che avete lavorato sulle Scale di Ascensione. So che avete lavorato sui Cristalli Eterici. So che avete fatto un ottimo lavoro con le Città Planetarie di Luce. In molti casi, in particolare con queste ultime, avete già attivato strutture di pensiero/energia per trattenere l’energia di quinta dimensione. Queste strutture di pensiero sarebbero in grado di mantenere stabile la luce 5D al tempo dell’intersezione dimensionale; tuttavia, questo pianeta nel suo complesso non è ancora pronto.

Che cosa accadrebbe se quest’enorme forza di 5° dimensione giungesse sulla Terra? Ricordate, quando ho descritto il problema delle Pleiadi, ho detto che le Pleiadi erano in crisi. Il pianeta si trovava in uno squilibrio senza precedenti, potenzialmente dirompente, che stava creando un sacco di preoccupazione per tutte le forme di vita. Così, le Pleiadi ci hanno già offerto una dimostrazione di come ci trova ad essere sospesi sul precipizio fra la 3D e la 5D. Ora, quando parliamo delle Pleiadi, parliamo di un pianeta spiritualmente più evoluto della Terra.

Il 21 dicembre, la Terra è stata protagonista di un imponente download di luce dalla 5° dimensione: sono filtrati sul pianeta e sono anche stati ivi generati pensieri di luce in gran numero. Certo, la quantità di energia assorbita era commisurata a quella gestibile dalle strutture che avete messo in piedi; tuttavia, in seguito a tale allineamento, il campo energetico della Terra continua tuttora a caricarsi d’energia dalla 5° dimensione. Vediamo come appare questo fenomeno dal punto galattico. Juliano ha detto che si è trattato di un allineamento con il centro della galassia, il quale si trova a circa 26.000 anni luce di noi, che è una distanza inimmaginabile. Eppure, sia noi che i Maya vi abbiamo correttamente suggerito che l’allineamento con il centro si sarebbe verificato esattamente il 21 dicembre 2012. È un allineamento che si verifica una volta ogni 26.000 anni e, ad oggi, non è passato che un breve periodo da quella data. Quanta differenza potrà mai fare un mese o due in un computo complessivo di 26.000 anni? Di quanto potrà mai essersi spostata la Terra lungo il suo percorso precessionale nel tempo di uno o due mesi? Ricordate, il movimento di precessione è anche conosciuto come “l’oscillazione” della Terra. Quanto significativo può essere stato questo movimento rispetto alla distanza di 26.000 anni luce?

La risposta è che si tratta di un movimento assolutamente insignificante e, da questo punto di vista, quasi non mensurabile. Ciò vuol dire che gli sconvolgimenti previsti per il 21 dicembre 2012 potevano e potrebbero manifestarsi in qualsiasi momento. Significa che le energie dell’intersezione dimensionale stanno tuttora filtrando fin quaggiù e che i Maestri Ascesi, le guide e gli insegnanti spirituali stanno lavorando alla supervisione del processo planetario in modo da assicurarsi che la Terra non venga spinta verso una crisi dimensionale.

Converrete con me che non sia affatto opportuno gettare il pianeta Terra in una crisi dimensionale semplicemente per il beneficio degli starseed che sono pronti ad ascendere. Da questo punto di vista, in preparazione al prossimo crocevia dimensionale, tali starseed diverranno una risorsa ancor più preziosa.

Pensate davvero che la consapevolezza della crisi planetaria abbia fatto un balzo in avanti il 21 dicembre 2012? C’è stato un impegno maggiore da parte dei governi nell’affrontare gli enormi problemi planetari che vi ritrovate? La risposta è “no”. La maggior parte delle persone di densa natura vibrazionale si è fatta una risata, ha pensato che il mondo non stava affatto per finire e così è andata avanti nello stesso identico modo. Costoro non hanno apportato alcun cambiamento.

È necessario che continuiate il vostro lavoro planetario come avete fatto finora. Non potete desistere dicendo: “Bene, siccome l’Ascensione non c’è stata, il mio lavoro ascensionale e di guarigione planetaria è finito”, perchè le energie ascensionali sono ancora qui.

Hearthaware blog

Canalizzato da David K. Miller per Group of Forty – fonte: groupofforty.com
Copyright © January 2013 David K. Miller
Versione italiana a cura di Carthesio per Hearthaware blog
© 2013 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-SA

Link Originale: http://hearthaware.wordpress.com/2013/02/04/le-energie-ascensionali-sono-ancora-qui/

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...