Londra, nuovo scandalo, colosso bancario Hsbc accusato di riciclaggio.

da: denaro.it

Un altro colosso bancario britannico, dopo Barclays, finisce nel mirino degli investigatori. Si tratta di Hsbc, sotto inchiesta negli Usa per riciclaggio. L’assenza di controlli e l’inadeguatezza delle regole, secondo il rapporto, hanno permesso ai cartelli della droga messicani di utilizzare la Hsbc per il riciclaggio di denaro e ad alcune aziende di aggirare le sanzioni imposte all’Iran. Inoltre, ad alcune entità collegate al terrorismo è stato consentito l’ingresso nel sistema finanziario Usa. Nel rapporto di 335 pagine si sostiene che i controlli messi in atto dalla banca per evitare che la propria struttura venisse sfruttata da organizzazioni criminali erano inefficaci e che i campanelli d’allarme suonati da alcuni dipendenti sono stati regolarmente ignorati dal top management.
Nell’audizione al Senato i manager della banca hanno chiesto scusa e hanno riconosciuto i propri errori, anticipando che chiuderanno migliaia di conti alle isole Cayman. Il dipartimento di Giustizia sta conducendo un’indagine su Hsbc, ma per il momento non ha rivelato se la banca stia cercando di patteggiare una multa.
Intanto, in una nota alle autorità britanniche, Hsbc comincia a fare mea culpa. “Ci rendiamo conto – si legge in un comunicato – che, in passato, abbiamo talvolta mancato di rispettare gli standard che i regolatori e i clienti si aspettano. Ci scusiamo, ci rendiamo conto di questi sbagli, siamo pronti a rispondere delle nostre azioni e ci impegniamo a raddrizzare ciò che è andato storto degli investigatori.

Fonte: http://denaro.it/blog/2012/07/18/londra-nuovo-scandalo-colosso-bancario-hsbc-accusato-di-riciclaggio/

 

Lo scandalo HSBC negli stati uniti.

I dirigenti della banca britannica HSBC si sono presentati ieri davanti a una commissione del Senato degli Stati Uniti per ammettere le proprie responsabilità nel mancato controllo sulle transazioni finanziarie delle loro filiali negli Stati Uniti. Un rapporto di più di 400 pagine pubblicato lunedì da parte della commisione, dopo un anno di indagini, ha accusato HSBC di aver riciclato il denaro dei narcotrafficanti messicani sui propri conti negli Stati Uniti, fatto transazioni con l’Iran durante l’embargo imposto dal governo americano e aver ignorato i legami con il terrorismo di Al Qaida di alcuni suoi clienti, come la banca Al Rajhi di Riyad, in Arabia Saudita.

La banca avrebbe ignorato anche gli avvertimenti degli organi di sorveglianza e le proteste dei suoi dipendenti delle sussidiarie Hsus negli Stati Uniti e Hsmx in Messico, preoccupati per i «rischi associati a operazioni sospette». David Bagley, un alto dirigente della Hsbc da più di vent’anni, si è dimesso. La banca è stata messa sotto indagine anche dal Ministero della Giustizia.

Tra il 2007 e il 2008, la sussidiaria messicana di HSBC avrebbe spedito 7 miliardi di dollari in contanti sui conti delle filiali degli Stati Uniti. Nel rapporto c’è scritto che la banca britannica ha aiutato l’Iran a evadere le sanzioni imposte dal governo americano, cancellando dai suoi archivi nomi e altri dati che avrebbero potuto far insospettire le autorità americane di controllo.

La Hsbc avrebbe aperto circa 2000 conti a nome di società inesistenti su cui sono stati versati soldi di evasori fiscali, in modo da nascondere i nomi dei veri proprietari. La filiale americana di Miami aveva conti correnti di questo tipo per un valore di 2,6 miliardi di dollari. Dal rapporto risulta che la banca ha una filiale nelle Isole Cayman, un arcipelago a sud di Cuba, con 51mila clienti e 2,1 miliardi di dollari di depositi dal 2008, senza la presenza di un ufficio, né di dipendenti.

Il senatore Levin, capo della commissione, ha detto che le indagini mostrano «che dal 2001 al 2007 le filiali statunitensi dell’Hsbc hanno fatto circa 25mila operazioni con l’Iran, transazioni per un valore di 19 miliardi di dollari». Inoltre le filiali americane avrebbero accettato più di 15 miliardi di dollari in contanti provenienti dal Messico, dalla Russia e da altri paesi ad alto rischio di riciclaggio di denaro, senza fare controlli su queste operazioni, tra la metà del 2006 e la metà del 2009. La sussidiaria messicana Hsmx sarebbe stata avvertita in almeno due occasioni dalle autorità di controllo messicane della possibilità che si trattasse di denaro proveniente dal narco-traffico.

Irene Dorner, amministratore delegato della sussidiaria statunitense di HSBC, si è scusata con la subcommissione: «Non siamo stati all’altezza delle aspettative dei nostri regolatori, dei nostri clienti e dei nostri dipendenti». Nell’audizione di martedì il senatore Carl Levin, ha accusato Grazia Dailey, ex capo vigilanza dell’Office of the Comptroller of the Currency (OCC), di non aver agito prima. L’OCC è una agenzia federale del governo americano che ha il compito di regolare e vigilare tutte le banche nazionali e le filiali di banche estere presenti negli Stati Uniti.

Le indagini su HSBC sono durate una decina d’anni e sono stati esaminati 1,4 milioni di documenti. La banca britannica rischia una multa da un 1 miliardo di dollari. Anche il Ministero della Giustizia americano sta facendo indagini e controlli sui conti delle filiali americane di Hsbc. Il senatore Levin ha detto «che le banche che ignorano le norme anti riciclaggio rappresentano un grosso problema per il paese». I comportamenti illeciti nel mondo della finanza, ha detto Levin, «ci saranno finché le banche saranno trattate con i guanti dalle autorità».

Foto: Irene Dorner e Stuart Levey di Hsbc (Mark Wilson/Getty Images)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...